Green più di prima.

Acqua, Aria e Energia

Clean Air city, Carbon neutrality, Piano Aria Clima.

Costruiamo una Milano più verde e vivibile. Una città che investa nella mobilità  e nello sviluppo sostenibile, che ha a cuore la salute dell’ambiente e dei suoi cittadini e cittadine.
Le nostre idee.

Acqua, aria, energia

Milano in questo campo ha già aderito a molte reti e iniziative internazionali, tra cui il network C40 Cities Climate e la Urban Agenda Partnership on Air Quality. La qualità dell’aria a Milano non rispetta i valori-limite previsti dalle norme UE e nazionali e le Linee-guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Con la sottoscrizione della C40 Clean Air Cities Declaration, la città si è impegnata ad individuare una strategia finalizzata al rispetto delle Linee-guida OMS.

Inoltre, con il Piano Aria e Clima, il Comune di Milano si impegna a diventare una città Carbon Neutral nel 2050 (con l’eliminazione dei combustibili fossili), per contribuire al mantenimento dell’incremento della temperatura del pianeta entro 1,5°C (in linea con gli obiettivi dell’Accordo di Parigi del 2015). Le misure di adattamento del sistema urbano sono un’occasione per avviare processi di riqualificazione della città e miglioramento della qualità della vita, sviluppando una maggiore consapevolezza riguardo alla vulnerabilità ai cambiamenti climatici. 

L’obiettivo è rendere Milano una città “a energia positiva: che consuma meno e meglio”.

Le nostre proposte.
  • Promuovere lo sviluppo e l’utilizzo di risorse rinnovabili e cogen in alternativa a quelle fossili: come ad esempio rendere i tetti piatti di Milano e di Città metropolitana dei veri e propri parchi solari trasformando i quartieri in piccole comunità energetiche (esempio di sviluppo di comunità energetiche nel Sud Est Milano nell’ambito del progetto Smart-Land). 
  • Valorizzare le risorse idriche, limitando lo spreco a favorendone gli usi sostenibili: il consumo dell’acqua per uso civili e non, perdite di rete reali, acqua prelevata ad uso idropotbile sono tutti indicatori facilmente monitorabili quindi ottimizzabili con un bilancio ambientale, rendendo quindi la pianificazione e il controllo più puntuali.
  • Potenziare le Case dell’Acqua.
  • Considerare la sostenibilità e i criteri di sviluppo sostenibile elementi fondamentali negli appalti pubblici non solo in fase di offerta ma anche in fase di controllo e di tracciabilità.
  • Estendere l’efficientamento energetico a tutto il patrimonio immobiliare pubblico e privato;
  • Valorizzare le attività MM in ambito riqualificazione energetica degli edifici ed efficientamento energetico.
  • Potenziare i punti di informazione per i cittadini, quali uno Sportello Energia, info Ecobonus e Super Ecobonus.

Passa agli altri tavoli

TAVOLO 13

Mobilità sostenibile

Una città sempre più interconnessa

TAVOLO 14

Economia circolare

Gestione dei rifiuti e green public procurement, food policy

TAVOLO 16

Più verde. Più cura quotidiana

Verde urbano e parchi