Per i giovani, più di prima.

Il contributo di Generazione Milano

scuola, formazione, diritti, autonomia, spazi, affitti, casa, mobilità

Le nostre idee.

Per i giovani

Le politiche e le azioni rivolte alle giovani generazioni nel PNRR sono una componente trasversale: non esiste una missione specifica dedicata a loro, ma le misure sono distribuite tra i vari pilastri.

“Il Piano è fortemente orientato all’inclusione di genere e al sostegno all’istruzione, alla formazione e all’occupazione dei giovani. (…)

Venendo infine alle politiche per le nuove generazioni, l’infanzia e i giovani, i Piani nazionali devono migliorare i sistemi educativi e di cura della prima infanzia, nonché le competenze di tutta la popolazione, comprese quelle digitali. Le nuove generazioni di europei non devono subire danni permanenti dalla crisi COVID-19. In linea con i principi del Pilastro europeo dei diritti sociali, gli Stati membri devono puntare a colmare i divari generazionali e rafforzare le politiche attive del lavoro e l’integrazione dei disoccupati. Risorse aggiuntive devono essere investite nel miglioramento dell’accesso e delle opportunità per bambini e giovani e all’istruzione, alla salute, all’alimentazione e agli alloggi.” Fonte: PNRR – Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

A Milano facciamo nostri questi obiettivi, prefiggendoci di dare centralità a azioni e politiche che rendano la nostra città più inclusiva, sostenibile e attrattiva per le giovani generazioni e soprattutto a portata di tutti. 

Le nostre proposte.

Affitti e casa

  • Introduzione di una normativa simile a quelle di Amsterdam, Parigi e Berlino per limitare gli affitti a breve termine e favorire quelli a lungo termine
  • Aumento dell’offerta di housing sociale e garanzia per un maggior grado di premialità ai giovani

Lavoro

  • Estensione al Comune di Milano e alle sue partecipate (ATM, MM, A2A ecc.) della proposta dei GD Milano Metropolitana su stage, sia esso full time o part-time, e apprendistato
  • Strutturare a livello comunale un servizio di orientamento per le scuole superiori e le università per favorire la scelta consapevole del proprio percorso, sia esso lavorativo sia esso di studio. Una settimana aperta a tutti e tutte, in cui ognuno può conoscere le molte realtà che esistono nella nostra città

Costo della vita

  • Ampliamento della platea under 26 per gli abbonamenti ATM a under 30, se disoccupati, in stage o in tirocinio
  • Student week  con eventi, iniziative, scontistiche per studenti
  • Biblioteche aperte h18: come nelle maggiori città Europee, le biblioteche e le sale studio annesse, frequentate a Milano da migliaia di studenti, devono essere aperte h18, dalle 6 di mattina a mezzanotte, garantendo il diritto allo studio e sfruttando i nuovi scaffali intelligenti (già presenti in molte biblioteche) per il ritiro e la consegna di libri
  • Parchi, aule verdi: individuiamo almeno tre parchi in ogni Municipio da dotare di “aule verdi”, punti studio dotati di tavoli, prese elettriche e Wifi che permettano di studiare o lavorare all’aperto, dalla mattina al tramonto
  • Giovani negli spazi: introduciamo clausole di premialità nei bandi di affidamento degli spazi, soprattutto in periferia, per giovani e progetti di aggregazione culturale, sociale e sportiva, a discapito del mero intervento economico di aziende private